There are moments when I stop and look a bit back and a bit forward. I archive a part of my past and I set new intentions for the future. It’s always been like finding myself on the border of a cliff, in which I look around me and I realize that I’m just one step away from taking off from the ground and starting to fly. In that moment all of my life unfolds before me: the good moments and the bad ones, the joy and the pain, the laughters and the tears. So many things have happened… For a moment I feel lonely, a bit melancholic, and scared but with a burning desire to take a step further and take off. So I wonder what does it take to make that step?

If I close my eyes and I listen to my heart, I realize that fear is the only burden that could make me fall and that fear is nothing but a fear to embrace Life.

But if I decide to look at that fear deep in the eyes, it stops to scare me. She has the face of a man that allowed himself to get old, her gaze is lifeless for it has refused to See, she’s paralyzed. And when I look even deeper, I understand that fear is just scared of herself and I suddenly start to feel so much compassion for her that I decide to help her with Courage.

So I start telling her about all the colors Life is made of. Of all the moments I loved and hated, I laughed and cried and all the while I am doing it, I recognize that every single thing I have lived has been worth it. In the kaleidoscope of my Life events, every emotion has been meaningful.

While she listens to me fear starts living those emotions and for the first time since she has been created, she starts to understand what living means.

While I’m telling my story, the face of fear changes and transforms into Hope. Her heavy body starts getting lighter and she feels the desire to let everything go and LIVE. Every single moment. Fully. To the last breath.

In that moment, fear ceases to have that name. She starts smiling and she teaches me how to unfold my wings. She promises me that Life will still be full of dualities. I will still have happy days and desperate ones. I will fall in love and be heartbroken again. I will meet many people along my path, some of them will stay with me forever, some others only for a brief moment but each one of them will give me a precious gift and teach me a lesson. 

Then the Magic happens. My wings unfold, I take a step and I start flying above the world. I see houses, landscapes, people and their amazing stories, the deepness of every emotion, of every human being and I understand that everything is absolutely Perfect in its Imperfection.

I fly towards a new horizon, a new journey, a new adventure.

This is for you my friends. I wish you to take that step and to Live every single moment of your Life with Love for all the days to come.

“Come to the edge,” he said.

“We can’t, we’re afraid!” they responded.

“Come to the edge,” he said.

“We can’t, We will fall!” they responded.

“Come to the edge,” he said.

And so they came.

And he pushed them.

And they flew.”

– GUILLAUME APOLLINAIRE –

‘Til the next one!

Love,

Coxy.

Photos: Myra Vides

VERSIONE ORIGINALE ITALIANA

Ci sono momenti in cui mi guardo un po’ indietro e un po’ avanti, in cui si archivio un pezzo del passato e si inizio ad alimentare nuove intenzioni e desideri per il futuro.

È sempre un po’ come trovarsi sul bordo di un precipizio, in cui guardo sotto e mi rendo conto che mi manca solo un passo per spiccare quel volo tanto desiderato. In quel momento momento mi passa tutta una vita davanti. Tutti gli attimi che ho vissuto: quelli belli e quelli brutti, i successi e i fallimenti, la gioia ed il dolore, le risa e i pianti. Quante cose sono accadute. E per un istante mi senti sola, con un pizzico di malinconia, un po’ di paura ma tanta voglia di volare. Quanto costa fare quel passo. Ma se chiudo gli occhi ed ascolto il mio cuore, mi rendi conto che c he la paura è l’unico peso che mi potrebbe far precipitare. E quella paura non è altro che quella di vivere veramente la vita.

Ma se decido di guardarla in faccia, smette di farmi paura… Ha il corpo di un uomo che si è lasciato invecchiare e uno sguardo spento perché non ha voluto vedere. E’ rimasta paralizzata da se stessa e si è incollata a me perché la temevo. Ma se la guardo ancora più a fondo, mi rendo conto che quella stessa paura ha ancora più paura di me, e mi fa tanta tenerezza da volerla aiutare.

Così le racconto della vita e di tutti i suoi colori. Di quanto ho riso e pianto, amato e odiato, gioito e sofferto. E mentre lo faccio, mi rendo conto che ogni piccola cosa che ho vissuto acquista significato, che in questo caleidoscopio di eventi passati ogni emozione è stata importante. Mentre mi ascolta la paura inizia a vivere tutte quelle emozioni e a sperimentare per la prima volta quello che vuol dire Vivere. Mentre racconto il suo volto cambia e si trasforma in coraggio e speranza, il suo corpo pesante inizia a diventare leggero e nasce il desiderio di lasciarsi andare e vivere…

Tutto. Fino in fondo. Fino all’ultimo respiro.

Solo allora, la paura smette di avere quel nome. Inizia a sorridere e mi insegna a spiegare le ali. Mi promette che la vita sarà ancora così: avrò ancora momenti in cui sarò felice, altri in cui sarò disperata. Mi innamorerò di nuovo e avrò ancora il cuore spezzato. Incontrerò tante persone sul mio cammino, alcune rimarranno per sempre, altre saranno solo di passaggio, ma ognuna di loro mi insegnerà qualcosa.

Come in un rito magico si aprono le mie ali, con un passo spicco il volo ed inizio a planare sopra il mondo. Vedo le case, i paesaggi, le persone e le loro storie, la profondità di ogni emozione, dell’essere umani e mi sembra che tutto sia assolutamente perfetto proprio nella sua imperfezione.

Inizio a sbattere le ali e continuo a volare verso l’orizzonte per un nuovo viaggio, una nuova avventura.

Questo lo dedico a voi, amici o conoscenti. Vi auguro di fare quel passo e di vivere ogni momento della vostra vita con Amore per tutti gli giorni a venire.

“Sporgetevi” disse.

“Abbiamo paura” risposero loro

“sporgetevi” disse di nuovo.

Loro si sporsero, lui li spinse e loro volarono.

– Guillaume Apollinaire –

LIVE

2 Replies to “LEARNING TO FLY”

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.